Best practice

Abbiamo deciso di raccogliere i casi di best practice per recensire le aziende dove la conciliazione è già una possibilità concreta. Un esempio pratico e utile per tutte le altre imprese e uno spunto per un confronto costruttivo sul tema. Volete segnalarci l’esperienza della vostra azienda?
Scriveteci a info@momsatwork.it

A&T Europe (telecomunicazioni)

Concessione part-time a dipendenti con esigenze di conciliazione; Progetto di supporto al rientro dal periodo di maternità.

ABBOT (pharma)

Programmi di gestione del rientro dalla maternità

ASO SIDERURGICA (siderurgia)

Programma di rientro dalla maternità; part-time; convenzione con un asilo nido; banca delle ore.

AVON (cosmetici)

Lavoro flessibile anche in ruoli manageriali; part-time, lavoro in autonomia.

BEM SERVICE (servizi)

Miglior iniziativa di flessibilità per il premio Famiglia Lavoro 2008. Progetto “madri laboriose d’eccellenza”: diverse forme di flessibilità accompagnate da nuove assunzioni, programmi di formazione continua per i dipendenti.

BOHERINGER INGELHEIM (pharma)

Percorso formativo per agevolare il rientro al lavoro delle mamme; percorsi individuali di bilancio delle competenze personali e professionali; percorso di sensibilizzazione e informazione sul tema della gender diversity.

BPM (bancario)

Miglior iniziativa di supporto alla genitorialità per il premio Famiglia Lavoro 2008. Asilo nido aziendale, costante monitoraggio delle esigenze dei genitori in azienda e monitoraggio della portata delle misure attuate.

BRACCO (pharma)

Miglior programma dedicato a figli ed anziani per il premio Famiglia Lavoro 2009: per i figli, servizi di formazione, studio e tempo libero, per gli anziani, assistenza sociale e domiciliare.

CANCLINI TESSILE (tessile)

Miglior programma di coinvolgimento dei dipendenti per il premio Famiglia Lavoro 2008. Progetto Follow Up: ascolto costante e quotidiano dei dipendenti, mirato al benessere personale, alla crescita professionale e a un conseguente sviluppo della cultura d’impresa.

CITTADINI (tessile)

Progetto di “reti di solidarietà” al femminile in India, ma anche nell’organizzazione interna dell’azienda.