Testimonianze

In questa pagina trovi le testimonianze di altre mamme come te che raccontano della loro esperienza di conciliazione (o di non conciliazione) fra lavoro e famiglia. Vuoi lasciare anche tu la tua testimonianza?
Scrivici a info@momsatwork.it

M. L. V.

Sono una mamma di 4 figli e lavoro. Dalla mia terza figlia in poi ho avuto la fortuna di trovare un’occupazione che pur mantenendo dei contenuti professionali interessanti mi ha permesso di conciliare  le esigenze della mia famiglia grazie ad un part-time verticale. La ritengo una fortuna perchè la cultura lavorativa italiana è ancora lontana dal proporre alle mamme lavoratrici delle soluzioni che non penalizzando le loro competenze tengano conto del bisogno di dedicare tempo alla famiglia. »

Roberta M.

L’esperienza del colloquio è stata positiva. Certo dopo il colloquio mi  sono accorta di quanto fossi “arrugginita”,essendo trascorso davvero  tanto tempo dall’ultimo colloquio che avevo fatto! Ho trovato il  progetto davvero interessante perché anzitutto attiene ad una situazione  che mi riguarda personalmente e poi perché credo che l’indagine sulle  attese della domanda e dell’offerta debba essere il punto di partenza  per favorire l’incontro delle diverse esigenze. »

Vera M.

L’esperienza del colloquio in GiGroup è stata sicuramente positiva,  utile per acquisire consapevolezza delle mie competenze e potenzialità  in relazione a ciò che il mercato del lavoro richiede. Io provengo dal  mondo del no-profit, ancora piuttosto distante dal mondo aziendale; in  questo senso mi rendo conto della grandissima difficoltà nel conciliare  il mio ruolo di mamma con l’impegno lavorativo più ora che sono  costretta a guardare anche fuori dal mio settore. »

Selma D.

Le ore trascorse nella sede della GI Group per il colloquio sono  sicuramente servite per riappropriarmi di una parte di me che le  maternità e l’esser mamma a tempo pieno avevano relegato in un cantucci.  Mi sono nuovamente sentita completa dopo tanti anni e ho avuto la  speranza che forse possa esistere qualcuno che guardi i risultati e la  professionalità di una persona senza considerarne genere o senza trovar  penalizzante l’esser madre di 3 figli.  »

Salvatrice F.

Quando qualche anno fa ho deciso di lasciare il posto tranquillo ma  troppo lontano dove lavoravo per dedicarmi al mio bimbo ed alla mia  famiglia non è stato molto difficile trovare altre opportunità  lavorative, sempre con contratti  a scadenza, ma che mi permettevano di  lavorare part-time in una fascia oraria adatta alle mie esigenze.  »

Paola M.

ho sempre pensato che il progetto fosse interessante e, mai come oggi,  di grande attualità. Per quanto mi riguarda l’esperienza con Gi Group è  stata molto positiva. Il colloquio e la persona che ho ncontrato è stata  particolarmente “accogliente” e questo mi ha consentito di raccontarmi  in tutta tranquillità. »

Matilde S.

Sono una mamma di un fantastico bimbo di un anno e da mesi ormai sto  cercando lavoro. Quando sono rimasta incinta purtroppo, causa  “ristrutturazione” della società, sono stata licenziata. Ho un  curriculum di tutto rispetto eppure sto trovando molte difficoltà nel  rientrare nel mondo del lavoro. Sono una HR Genaralist, rispondo solo ad  annunci di lavoro attinenti al mio profilo eppure… mi sono resa conto  che la vera difficoltà o il vero “problema” (come TUTTI lo chiamano) è  il mio essere mamma. »

Maddalena M.

Sono una ex operatrice sui mercati finanziari della City di Londra che,  per amore del primo figlio (e del marito), nel 2001 ha deciso di  fermarsi e smettere di lavorare per dedicarsi a lui non avendo neanche  familiari vicini disposti ad aiutarmi. Non ho nessun rimpianto della mia  decisione ma adesso che i miei due figli frequentano la scuola  elementare mi sento pronta a dedicarmi ad un impiego part-time  stimolante e anche magari impegnativo. »