Leggi, Finanziamenti e Premi

LEGGI VIGENTI

1. Sulle pari opportunità nel mondo del lavoro:

2. Sulla conciliazione in azienda:

3. Per il finanaziamento della flessibilità:

  • Art.9 legge 53/2000 che finanzia azioni positive per la conciliazione in azienda (in via di rifinanziamento) con quattro linee di intervento: forme flessibili di lavoro; sostituzione e riorganizzazione del lavoro durante la maternità, formazione e supporto al rientro, sostituzione del titolare d’impresa.
  • D. LGS 276/2003 Legge per favorire l’ingresso nel mercato del lavoro di “persone svantaggiate” che ha previsto dei contratti ad hoc che permettono alle aziende che assumono di ottenere benefici sia a livello contrattuale (forma e durata del contratto) sia economici (sgravi e/o incentivi).
  • DECRETO LEGGE185/2008 convertito nella legge n. 2 del 2009. Misure fiscali di detassazione delle somme erogate per i premi di produttività, concordati a livello individuale o collettivo e legati a risultati di efficienza organizzativa, tra cui rientrano chiaramente anche le misure di conciliazione e la modulazione degli orari e dei tempi di lavoro.
  • FONDI INTERPROFESSIONALI Possono finanziare formazione e aggiornamento

PROPOSTE DI LEGGE E PIANI

  • Piano Donna (Programma di azioni per l’inclusione delle donne nel mercato del lavoro – Accordo Sacconi- Carfagna) per incentivare l’occupazione femminile, che avanza tra le ipotesi sgravi fiscali per la flessibilità ma anche tavoli contrattuali e contrattazione di secondo livello “ad hoc” sul tema.
  • Dl n°784 “Misure urgenti a sostegno della partecipazione delle donne alla vita economica e sociale nonché deleghe al Governo in materia di tutela della maternità delle lavoratrici autonome e di rispetto della parità di genere”
  • Dl n°1405 “Misure urgenti volte a favorire l’integrazione della donna nel mercato del lavoro”
  • Dl n°718 “Modifiche all’articolo 1, comma 40, della legge 8 agosto 1995, n. 335, in materia di interventi a favore della donna lavoratrice”.

PREMI PER LE AZIENDE CHE FAVORISCONO LA CONCILIAZIONE FAMIGLIA-LAVORO